Ristorante La Pulperia – Recensione

  • Ambiente accogliente e buone tapas
Sending
User Rating 0 (0 votes)

Recensione La Pulperia: ambiente e servizio

Un angolo di atmosfera di mare in una parallela di corso Sempione. Basta scendere i due scalini dell’ingresso de La Pulperia per ritrovarsi in un piccolo ambiente che richiama subito alla mente una taverna affacciata sul mar Mediterraneo, con il bianco e il blu a farla da padrone, sedute e tavoli in legno e le reti appese al soffitto. La cucina è spagnola, anzi galiziana per essere precisi, e pazienza se la Galizia dà sull’Atlantico e non sul Mediterraneo, il concetto di fondo non cambia. Si viene accolti col sorriso e guidati in tutto il percorso di scelta, con un servizio cordiale, che perde qualche colpo solo quando il locale si riempie, i tempi si allungano un po’ troppo e la precisione viene un po’ meno. Lo si perdona volentieri, in ogni caso.

la pulperia ambiente

Fonte: pagina Facebook ufficiale

Recensione La Pulperia: menù e cucina

Come già detto, la cucina de La Pulperia è imperniata sulla tradizione spagnola e in particolare galiziana. Parliamo quindi di una buona scelta di tapas di vario tipo, con predilizione per il pesce, e alcuni piatti principali. Tra le tapas classiche spiccano la Pamplona, ottima classica tortilla con patate e cipolle, i cannolicchi al forno, l’empanada gallega con ripieno di tonnetto o ancora il Pan Tomate Merida-Santander, gustoso crostino con jamon iberico e alice marinata (peccato solo che il pane del crostino non fosse freschissimo); mentre per le tapas fritte si segnalano i saportiti pimientos del padron, ovvero peperoncini dolci fritti, delle ottime sardine scoppiettate (fritte e servite con salsa alioli) e le interessanti cozze tigre, il cui guscio viene arricchito da un ripieno impanato e fritto. Accanto a questi ed altri piattini, ecco i piatti principali: dal classico fritto misto di mare, passando per delle riuscite seppie 100mt cucinate col proprio nero (la polenta bianca fredda si potrebbe rivedere) e un’interlocutoria insalata di riso venere con calamaretti, gamberi, cozze, friggitelli e pomodorini che promette più di quanto regala. Non mancano poi l’inevitabile paella, de marisco, negra (con nero di seppia), valenciana o misto e, finalmente il polpo preannunciato fin dal nome del locale, eccellente sia nella classica ricetta à la gallega (con paprica, olio e patate) sia fritto e disponibile anche nella versione grigliata. Per chiudere una immancabile crema catalana, la tipica tarta de Santiago galiziana con mandorle cannella e scorza di limone o il tocino de cielo, una sorta di zabaione. Da bere si va dalla birra, a una piccola carta dei vini che spazia tra Spagna e Francia, oltre alla sangria, fruttata e dolce al punto giusto. Da segnalare anche il menù per assaggiare più tapas e un piatto principale, interessante per rapporto qualità/prezzo.

la pulperia Pan Tomate Merida-Santander jamon alice marinata

Pan Tomate Merida-Santander con jamon iberico e alici mariante

Recensione La Pulperia in breve

Costo: tapas 6/10€, piatti principali 12/23€, menù 24€. Vale la pena puntare sul menù o sulla condivisione di più tapas. Il polpo è ottimo, ma piuttosto caro rispetto al resto.

Perché sì:

  • ambiente accogliente e curato, ti immerge in un’atmosfera vacanziera
  • qualità generalmente buona, specie per quanto riguarda le tapas e il polpo
  • la possibilità di ordinare più tapas e condividerle rende il tutto più conviviale

Perché no:

  • andando à la carte il prezzo lievita
  • quando il locale, pur piccolo, si riempie i tempi si allungano e la qualità del servizio cala sensibilmente

La Pulperia
Via Piero della Francesca, 75
20154 Milano
La Pulperia Menu, Reviews, Photos, Location and Info - Zomato

Please follow and like us:

Leave a Reply