Lovster & Co – l’astice diventa trendy

  • Locale trendy e studiato, buona qualità/prezzo trattandosi di astice
Sending
User Rating 0 (0 votes)

Recensione Lovster & Co: ambiente e servizio

Lovster ripropone a Milano un format che nei paesi anglosassoni va forte, quello del lobster restaurant specializzato in astici. Che vengono importati settimanalmente dal Maine, arrivano a 90 ore dalla cattura e vengono allevati in un vivaio professionale. La qualità della materia prima, quindi, è ineccepibile e la freschezza si sente anche all’assaggio. L’ambiente è accogliente e curato, con l’acquario degli astici in bella mostra accanto a bottiglie di vino che decorano le pareti, tavoli in legno e tovagliette d’ordinanza. Accoglienti e amichevoli anche i camerieri, oltre che precisi e professionali, e non è cosa da poco; peccato per la colonna sonora di greatest hits anni ’80 che fa accapponare la pelle e rovina l’atmosfera. Pubblico variegato, con ovvie punte di milanesi trendy: perché diciamocelo, il locale è fatto per essere ‘figo’ e ci riesce. La carta propone dei piatti principali a base di astice, che spaziano tra la tradizione europea e americana, oltre a qualche antipasto e i dolci. <Tono cumenda on> “Uè figa, l’ideale per una cenetta pre-seratina di quelle giuste”</off>.

lovster ambiente

Recensione Lovster & Co: menù e cucina

Ma veniamo all’astice di Lovster. Non compare negli antipasti, dove si trovano polpo fritto, tempura di gamberoni e un ceviche di salmone che si presenta bene e mantiene le promesse, acido al punto giusto, con un bel equilibrio di sapori e una giusta marinatura con coriandolo e cipolle – peccato per quella triste insalata buttata in mezzo che c’entra poco. Nei piatti principali, siano delle paste (le Lovster linguine ad esempio), dei sandwich (il classico lobster roll americano, servito con panna acida e baked potato) o altro (la Lovster tempura o il Surf’n Turf ovvero mezzo astice abbinato a un filetto di angus), l’astice è onnipresente, a parte in un paio di casi. La versione al vapore (a scelta anche alla griglia) viene servita con patate baked o fritte, un coleslaw poco ispirato, burro chiarificato e panna acida come condimenti: cottura forse un po’ troppo prolungata, ma freschezza ineccepibile, mentre sulle salse e sui contorni si possono decisamente fare dei progressi. Pure la catalana è discreta: anche in questo caso la cottura è forse un po’ eccessiva (de gustibus), il condimento è classico (olio, sedano, insalata, cipolla) e si poteva forse lasciare insaporire più a lungo, ma il risultato è soddisfacente – e la vaschetta con limone e acqua calda che viene puntualmente offerta a fine pasto per lavarsi le mani dimostra quanto gli avventori se la godano. Il rapporto qualità/prezzo, considerato il pregio dell’ingrediente principale, è correttissimo e  anche questo non è secondario.

astice catalana lovster

Astice alla catalana

Recensione Lovster & Co in breve:

Costo: i piatti principali sono tra i 18 e i 25€, gli antipasti a 12€, dolci a 6€

Perché sì: 

  • si mangia astice senza spendere una follia
  • qualità e freschezza ineccepibili
  • bello il locale e amichevole il servizio

Perché no:

  • la qualità della cucina, intesa come capacità di maneggiare la materia prima, esaltarla e accompagnarla, è adeguata al prezzo, ma lontana dall’eccellenza

Lovster & Co.
Via Aminto Caretto, 4
20124 Milano
Lovster & Co. Menu, Reviews, Photos, Location and Info - Zomato

Please follow and like us:

Leave a Reply